lunedì 12 agosto 2013

Bravo Mago


Anche Vallebona, da oggi, ha il libro che racchiude la sua storia: la comunità lo aspettava da anni, ben trentadue, ma tùti i tempi i ven, basta aspeitari...
L'opera che Giuliano Magoni Rossi (per me confidenzialmente Mago) ha curato con dovizia è giunta al suo traguardo e sono sicura che in questo momento molte persone staranno sfogliando le oltre settecento pagine che descrivono secoli di vita del paese.

Al centro, Giuliano Magoni Rossi, l'autore

Trattasi dunque di secoli di storia, cui nessuno della comunità vallebonese si era mai dedicato e per questo motivo il riconoscimento a Giuliano è massimo: ora anche noi, alla stregua di molti altri paesi limitrofi, abbiamo un documento che resterà per sempre a testimoniare il nostro vissuto.
L'autore ci ha delineato la struttura del libro soffermandosi su alcuni contenuti e mi piangeva il cuore nel sentir parlare di "tesori", perché il luogo che ci accoglieva, l'Oratorio, mostrava tutto il suo malessere e il suo bisogno di restauro, quasi come se non fossimo degni di ciò che ci è stato tramandato dal passato.

Una parte di pubblico presente

L'interesse della popolazione è stato altissimo: nei piccoli paesi gli eventi culturali sono rari e godono di tanta attenzione solo quando riguardano molto da vicino. 

Il prof. Guido Borghi dell'Università di Genova

Autorevole è stata la presenza del prof. Guido Borghi dell'Università di Genova che, nel suo intervento, ci ha brevemente impartito una lezione di glottologia (la disciplina che si occupa dello studio strutturale delle lingue), spiegandoci l'origine del nome del nostro paese e dandoci soprattutto un senso di appartenenza al mondo, del nostro esserci, cosa di cui spesso perdiamo consapevolezza e viviamo nell'impressione di essere un piccolo microcosmo a sé stante...

Jean, Jole, Dante, Elsa, Fede...

La presenza delle varie autorità aveva la sua importanza, ma ancora più importanti erano i tanti anziani convenuti, in particolare Jean de Pascà u barletu, di cui parlai qui e qui, che alla veneranda età di oltre 101 anni ha reso ancora più significativa la giornata.
Leggere Vallebona attraverso i secoli ci farà conoscere moltissime cose che non sappiamo, ci farà riflettere sul presente e sopratutto ci dimostrerà che la storia si ripete, perché l'uomo, suo malgrado, non sa tenere conto delle opportunità che la vita gli riserva e ciecamente cede al suo egoismo, spesso vanificando gli sforzi di tutti coloro che lo hanno preceduto.
La storia siamo noi, e questa è una bella responsabilità.



2 commenti:

gturs ha detto...

Dopo così tanto lavoro Magoni Rossi è giunto al termine del suo faticoso lavoro. Sono contenta per lui di questo successo della presentazione, sarei dovuta venire anch'io ma altri impegni...troverò il modo di congratularmi con il Mago!
Ciao Pia.

nemo ha detto...

Una bella occasione culturale che mi dispiace d' aver perso. Le foto mi hanno permesso di riconoscere tante persone di Vallebona e di altre località. Particolare piacere si prova nel vedere (e incontrare) il signor Guglielmi, uno straordinario ultracentenario cordiale,saggio e umano che sicuramente contribuisce da par suo a dare lustro alla bella Vallebona (soprattutto d' antan ... ). Grazie cara Pia. Nemo