lunedì 8 giugno 2009

Calano i blocchi

La mia sintetica considerazione su questa tornata elettorale per le europee è che calano i voti per i partiti del bipolarismo, PDL e PD, mentre tutti quelli al di fuori hanno segnato aumenti più o meno vistosi.
Ne deduco che serve una bella rivisitazione dello stato delle cose: ripartire da piccole minoranze e crescere nel tempo è cosa possibile, perchè alcuni partiti lo dimostrano.
Ci vuole un pò di fiducia e tanto coraggio: mettiamocelo.


5 commenti:

cinema&libri ha detto...

Campa cavallo ... che l'erba cresce. Partire 'da piccoli' per fare un altro blocco ... mah, cerca sempre il meglio e poi .. ci tocca vivere nel peggio !

andreacamporese ha detto...

Nemmeno io sono molto d'accordo con l'idea di ripartire dai piccoli.
Gli italiani hanno però dimostrato di volere anime forti ed ideologiche, anche in prospettive bipolaristiche, quindi penso che il PD dovrebbe perseguire (e che era la sua proposta iniziale, poi abbandonata per tensioni interne), la ricerca di coesione e funsione con forze di sinistra ed ecologiste, per proporsi davvero come forza democratica moderna, con una proposta elettorale e politica seria.
E poi l'imperativo dovrebbe essere: 'fanculo i litigi interni e fuori i pavidi e pusillanimi (primi fra tutti le Binetti ed i Rutelli). Patti chiari e programmi con prospettiva di almeno 5 anni.
Saluti

sileno ha detto...

Mi trovo in sintonia con Andrea Camporese.
Il PD deve ritornare a schierarsi con quella parte del Paese che si riconosce nei valori della sinistra in un'Italia laica.
Sileno

la signora in rosso ha detto...

litigare meno e cooperare di più. Qua è in gioco la democrazia del Paese. Alla fine gli obiettivi sono gli stessi.

pia ha detto...

@ tutti La mia considerazione punta sulla ricrescita dal piccolo se il blocco grosso esistente continua a non essere nè carne nè pesce...
Più cooperazione, più armonia, ma soprattutto più determinazione: Di Pietro guadagna perchè quando va detto lo dice, quando va fatto lo fa.
Vorrei nuovamente un partito grande di sinistra, con programmi e determinazione.