giovedì 4 giugno 2009

Veleni

L'appuntamento elettorale per i rinnovi dei consigli comunali si avvicina e l'ultima settimana viene solitamente definita "la settimana dei veleni".
Quest'anno mi sorprende il fatto che le inevitabili schifezze assai ben risapute, soprattutto nei piccoli comuni, siano di pubblico dominio: la gente, mi par di capire, è abbastanza consapevole e il risultato elettorale dovrà dire se, una volta tanto, vincerà la ragione o l'ipocrisia.
Le europee sono invece intese come "qualcosa di lontano", benchè il Parlamento europeo dovrebbe essere, invece, il punto nevralgico dell'unità di un continente.
Quindici anni della II repubblica hanno disintegrato quel poco di etico che rimaneva della politica, trasformandola in aberrante personalismo.
Insomma, ci tocca andare ad esprimere uno dei più significativi strumenti della democrazia col cuore a pezzi, non sapendo più dove riporre la speranza.


6 commenti:

gturs ha detto...

cara pia il bello deve ancora venire......

la signora in rosso ha detto...

sono appuntamenti che bisogna per forza esserci. Dobbiamo ritrovare la fiducia e il piacere di lavorare per il nostro paese.

coscienza critica ha detto...

Son proprio curioso di sapere chi salirà a Vallebona. Facci sapere :-)

Riverinflood ha detto...

Se solo potessi immaginare lo schifo più disgustoso di questa "campagna" elettorale, dalle mie parti...

gp ha detto...

Può cessare "l'inganno estremo"?

pia ha detto...

gp : speriamo.