giovedì 17 febbraio 2011

Il ferro del mestiere

Forbice Felco 2

Esistono molti oggetti insostituibili e nonostante il continuo progresso tecnologico non c'è modo di individuare un'alternativa che dovrebbe essere migliorativa.
In agricoltura, o meglio, in floricoltura, tale posto spetta alla forbice Felco 2, che già esisteva prima che io nascessi e che ancora oggi vanta questo primato tra l'attrezzatura floricola.


Al tempo che fu ogni floricoltore ne possedeva rigorosamente un solo paio, che utilizzava fino all'inverosimile. Le lame, quando erano consumate, venivano sostituite; le guaine rosse dei manici, invece, piano piano si rompevano fino ad essere eliminate completamente: anche "nude" le Felco 2 continuavano ad essere usate, pur lasciando le mani sporche di metallo...
Nel caso della ginestra, si usano per tagliare i rami grossi al momento della potatura, per il taglio di quelli medi al momento della raccolta e per i baffi, ovvero la fine vegetazione priva di fiori nella fase che precede il confezionamento.
Insomma, si andava ancora con la Lambretta, con la Topolino Giardiniera, con le prime Ape Piaggio e le Felco 2 c'erano già. Sono passati cinquanta'anni di grandissime trasformazioni e le Felco 2 sono ancora lì, al loro posto.
Tutto ciò è rassicurante, perché rafforza la consapevolezza dell'inutilità di moltissime cose.


12 commenti:

gian paolo ha detto...

Insomma, in floricoltura:
"Felco e martello"

Anna Rossini ha detto...

Quanto mi piace leggerti! E "benedette" le felco
(da fb)

Goran ha detto...

La ginestra poi è la pianta delle forbici... tra potare raccogliere e pulire qualche milionata di tagli la si da....
(da fb)

Emmanuel ha detto...

un mito!
(da fb)

Elisa Ferrari ha detto...

Senza Felco in campagna sono persa!!!
(da fb)

Alberto ha detto...

Io che sono un dilettante adopero ancora queste qui, che sono un cimelio di famiglia. Ma tagliano ancora perfettamente.

pia ha detto...

@Alberto Le "Due Buoi", fantastiche anche quelle, usate quasi esclusivamente in magazzino per tagli di fino...

raggio ha detto...

...e rigorosamente riposte nel cassetto, in garage, dopo averle usate!
sei nella mimosa? anche lì servono! ciao e buon pomeriggio!

Lara ha detto...

Non sapevo che si chiamassero felco, però le ho anch'io, è inevitabile...
Ma quelle di Alberto sono di antiquariato? Sono bellissime da vedere.
Ciao Pia, buona serata!
Lara

pia ha detto...

@Lara Felco è la marca, rinomatissima e svizzera!

Lara ha detto...

Ops!!! Le mie in effetti sono Gardena, mi sembra...
Ciao :(
Lara

Lorenza ha detto...

uso delle forbici felco però di un'altra forma , quelle con la lama dritta , non so come spiegare , con cui per potare gli olivi non si fa fatica . E' vero, sono un elemento di sicurezza e stabilità , ora questa immagine mi serve non sai quanto..