giovedì 11 febbraio 2010

Floricoltura sotto la neve

Fasce coltivate a ginestra e mimosa - 11 febbraio 2010 - ore 13.45

Sta nevicando. Lo spettacolo ha del bello, ma l'ansia di chi sa cosa comporta una nevicata e il conseguente calo della temperatura, non se lo può di certo godere.

Piante di mimosa da raccogliersi per l'8 marzo

Basta poca neve per piegare tutti i rami e dare alle piante quella caratteristica forma "a ombrello" che può comportare lo spezzarsi degli stessi e, in ogni caso, un notevole patimento dei fiori, se non la distruzione totale.

Ginestre

Anche per le piante di ginestra vale lo stesso discorso: conoscerne tutte le caratteristiche e vederle in quelle condizioni fa davvero male al cuore, soprattutto per chi ha un debole per loro, come me...

Vallebona

Il paese assume subito sembianze insolite: abituati, sia col sole sia con la pioggia, a vederlo sempre sotto una nitida luce, ci si rende conto che in poco tempo diventa qualcosa di surreale, quasi uno sconosciuto.

Ogni cosa sotto il manto, anche l'automobile...

Per alcuni giorni anche l'auto subirà l'evento: le strade hanno forti pendenze, le catene non sappiamo neanche cosa siano e muoversi è precluso.
La preoccupazione più grave, però rimane rivolta alle coltivazioni. La neve scende ogni tanto, non è detto che ogni volta ci metta completamente in ginocchio, ma l'ansia di "questa volta" è che ... sono passati 25 anni esatti dall'ultimo gelo storico e la cadenza è esattamente quella: 1929, 1956, 1985. Ecco la grande paura sta tutta lì, perchè i geli storici hanno comportato la morte stessa delle piante e la necessità di ricominciare completamente da capo. Con la crisi in atto nella floricoltura, questa volta ci sarebbe davvero da temere la sua scomparsa. Speriamo di no, intanto non resta che aspettare e vedere cosa succede.
Sono le 14.30 e sta nevicando di brutto.

AGGIORNAMENTO ALLE 16.30

Le fasce

Le ginestre

Vallebona

L'auto


11 commenti:

novalis ha detto...

Avrei preferito soffermarmi sulla suggestione che creano queste foto ma poi leggendo il post l’umore cambia e non mi resta che dire, buona fortuna, che la neve sia clemente.

gturs ha detto...

Già, non ci voleva!
Sarebbe un duro colpo da superare...
Ciao Pia, Roberta

Anonimo ha detto...

Speriamo si alzi la temperatura in serata/nottata.... la nostra "residua" floricoltura non aveva certo bisogno di un simile regalo.
Speramu ben!
Marlor58

Alberto ha detto...

Speriamo proprio che queste tue amate piante escano indenni e senza danni.

Poco fa ho sentito che in val Nervia nevicava a tutta forza.

Ciao Pia.

filo ha detto...

proprio adesso che mimose e ginestre sono cariche di fiori non ci voleva.
bisognerebbe assoldare squadre di gente che vada a scrollare la neve di dosso alle piante, sempre che il gelo non intacchi la linfa.
Coraggio Pia, le temperature sono previste in rialzo.

pia ha detto...

@filo Grazie filo, un pò di speranza non guasta... Adesso siamo quasi a uno sotto zero, ma la notte è lunga. Quando guardo le foto non posso fare ameno di pensare a quanto lavoro ci sia sotto a quella coperta bianca e quanto ce ne vorrà una volta che si sarà sciolta. E' già da tempo che abbiamo perso l'entusiasmo e questa batosta non ci andava proprio. Due terzi dei raccolti dovevano ancora essere fatti e non sappiamo cosa ne resterà. D'altronde la Natura fa il suo corso: sa essere generosa e talvolta profondamente ingrata, con tutte le calamità che ci propina, non solo a noi agricoli, ovviamente.

Daniela ha detto...

Ciao Pia: ho guardato con sgomento le foto che hai scattato oggi...
... e pensare che con Debora qui in Bretagna abbiamo un tempo bello con il sole che ci ha permesso di ammirare tanti bei posti!

Ino ha detto...

Speriamo che questa notte la pioggia sciolga tutta la neve..
da noi la neve serve solo a Melosa.
Un caro saluto.

gianni bestagno ha detto...

speriamo che la notte porti consiglio anche alla natura
ciao pia,

la signora in rosso ha detto...

dura, eh? la natura segue il suo corso. Speriamo che le piante siano di tempra forte come la gente ligure e ne escano indenni! buona notte

raggio ha detto...

i tuoi commenti sono i nostri... quanta preoccupazione porta il manto nevoso, straordinario e fiabesco per molti, ma per chi vive dei prodotti della terra... da me la temperatura notturna è scesa a -3 e la neve ha raggiunto i 15 cm, ora c'è il sole che la sta sciogliendo lentamente... speriamo che le piante non abbiano sofferto troppo. un "caldo" abbraccio