mercoledì 15 luglio 2009

La bouganville

Bouganvillea glabra

Scoperta nel 1768 in Brasile dal botanico francese Philibert Commerson, fu più tardi così nominata in onore di Louis Antoine de Bougainville, l'esploratore francese che era a capo di quella spedizione.
Comprende specie arbustive sarmentose, spinose, sempreverdi, a grande sviluppo (m 8-10), con foglie ovate quasi persistenti di colore verde lucente: l'interesse come piante ornamentali è dato da grappoli di piccoli fiori tubolosi bianchi o giallognoli, riuniti a gruppi di tre in un involucro di tre brattee vistosamente colorate di bianco, giallo, arancio, rosa, rosso o viola, che fioriscono per molti mesi l'anno.

Bouganville a Vallebona

La pianta qui riprodotta si trova nei pressi di casa mia ed è bell'esemplare: una cascata enorme di fiori viola che non si può fare a meno di guardare ogni volta che si passa da lì...
La bouganville è una pianta molto rustica e suppongo sia diffusa un pò in tutta Italia, soprattutto nelle zone costiere. In Liguria il colore dominante è proprio il viola e sull'Aurelia, da sempre, la si può notare arrampicata sui muri che costeggiano la strada.
Rustica, presente, intoccabile, sempre fiorita: uhm, mica male come caratteristiche...


9 commenti:

Riverinflood ha detto...

Sì, è una pianta bella da vedere. ne ho piantate due che sono ancora piccole. Quella della foto è veramente emozianante. Ciao!

gturs ha detto...

Questa è una pianta dai fiori che mi rallegra molto soprattutto perchè colora la costa anche nei mesi invernali......rustica si ma non regge il clima di Isolabona, un anno ci ho provato ma ha avuto vita breve........un caro saluto, roberta.

la signora in rosso ha detto...

bellissimo esemplare! la mia non ha retto il freddo dell'inverno, e si, che la avevo protetta.

Vincenzo Cucinotta ha detto...

Scusami la pignoleria, ma a me risulta che il nome della pianta è piuttosto "bouganvillea", e anch'io ne ho un esemplare in giardino della "spectabilis", quella con la foglia più grande, secondo me nettamente più bella della "glabra" dalla foglia pressocchè triangolare, ma purtroppo anche meno rustica, soffrendo molto il freddo. E' fin troppo vigorosa, e non so più come limitarne l'invadenza (lo spazio è limitato).

pia ha detto...

@Vincenzo Cucinotta Hai ragione: essendo al confine con la Francia abbiamo acquisito la loro dizione, che è appunto "bouganville", ma il termine esatto è quello che dici tu.

coscienza critica ha detto...

Pare che sia molto difficoltoso curarla, per via della crescita veloce.

skip ha detto...

Di una bellezza prorompente

Alberto ha detto...

E' un'esplosione. Ma certi hanno un colore un po' diverso.

MarLor_58 ha detto...

Una cascata di fiori, nelle diverse tonalità. L'accoppiata migliore è sulle pareti in pietra delle vecchie case (vedasi ingresso pase di Grimaldi Superiore p.e.).
Ciao ;)