domenica 7 marzo 2010

Con queste mani

L'8 marzo, quasi dappertutto in Italia, sarà distribuita la mimosa alle donne, simbolo della Giornata della donna, a ricordo di un massacro compiuto sulle stesse nel lontano 1908, negli USA.
Proviene quasi tutta dal Mercato dei fiori di Sanremo e mi sembrava un atto dovuto mostrarvi le mani di alcuni produttori.
In particolare quelle di:

Bernardo

Anna

Giò u frachetu

Mariella

Iole

Rosalba

Omar

Lorella

Flavio R.

Elisa

Silvio

Migliaia di mani hanno raccolto e confezionato la mimosa affinchè ogni donna ne riceva un ramoscello. Spesso è sorta la polemica della speculazione: per noi produttori è fatica e pane; ci regala quell'attimo che un pò ci commuove quando la vediamo in tivù tra i capelli o tra le mani delle donne italiane.
Appassionati o meno a questo fiore, la frase conclusiva che ognuno esprime alla fine dei raccolti è: A t'amassa ( ti ammazza, cioè ti distrugge dalla fatica).

Non l'ho mai considerata la "festa", ma giustamente la "Giornata della donna" in cui ricordare il lungo percorso compiuto per la conquista dei diritti.
La mimosa ne è il suo simbolo da oltre sessant'anni, non certo la gardenia; non mi interessano i modi in cui molte donne la celebrano, ovvero se ne approfittano per uscire o per vedere lo spogliarello: coltivo il suo vero significato e coltivo pure la mimosa e se su quest'ultima ci speculano altri, è ben certo che non ci speculiamo noi produttori.
In tutte le cose c'è modo e modo di vederle, viverle e interpretarle: c'è chi va allo stadio per vedere la partita, c'è chi va per sfogare la propria violenza.
Ogni cosa dipende dall'intenzione con cui decidiamo di viverla.

Buona Giornata della Donna

15 commenti:

gturs ha detto...

Già l'importante è non perdere il ricordo...ma quante donne domani ricevendo il ramoscello di mimosa si ricorderanno di loro?
Ciao Pia, Roberta che domani non avrà il suo albero di mimosa fiorito ma che a suo modo onorerà quelle donne.

Daniela ha detto...

Bella, significativa ed originale l'idea di fotografare le mani: mani affaticate, solcate, mani "vissute"... che "parlano"...
Brava Pia!
E auguriiiiiiiiii

la signora in rosso ha detto...

buona giornata anche a te.
La mimosa, l'ho comperata per mia mamma, è un simbolo. Un simbolo onorato dalle mani che hai postato.

filo ha detto...

Bellissimo post, Pia. Centrato nel giusto significato di questa giornata.

filo ha detto...

Bellissimo post, Pia.Centrato nel giusto significato di questa giornata.

Pellescura ha detto...

:-) allora auguri!

raggio ha detto...

quanti rami di mimosa sono passati in queste mani! esse sono testimonianza di tenacia e di operosità! buona giornata!

gian paolo ha detto...

Bona giurnà!

Alberto ha detto...

Gli occhi, dicono, sono lo specchio dell'anima. Le mani sono lo specchio della vita pratica. Bella idea, Pia, da fare una mostra.

Fausto ha detto...

Bellissimo post, bellissime mani, anche se prima di arrivare alle destinatarie (ormai addormentata) la mimosa dovrà ancora passare in molte altre mani.

skip ha detto...

La fatica, raccontata da mani laboriose, simboleggia l'impegno quotidiano a coltivare il vero significato della giornata della donna.

sessantotto ha detto...

Bella idea.
Non posso fare a meno di ricordare http://www.youtube.com/watch?v=uqaqvimvjqs

patrì ha detto...

Se volevi che guardassimo la mimosa con altri occhi, con tutte quelle mani... sofferenti ci sei riuscita. E comunque e sempre: forza donne.

pia ha detto...

@Sessantotto Bellissimo Gaber, la canzone non me la ricordavo. Grazie!

Anonimo ha detto...

necessita di verificare:)