mercoledì 7 gennaio 2009

Il rogo chiude le feste

E anche quest’anno, nonostante la pioggia, Vallebona ha “consumato” il rito della Befana bruciata nel fuoco, costruita dai ragazzi del paese.
L’allegoria era indovinatissima: appoggiata su un pannello che rilevava un grafico degli andamenti finanziari, c’era scritto: «Borsa e Vallebona tutti a bagno!»
Lo spettacolo era accompagnato dalle ovazioni dei presenti, alternate dall’esplosione di petardi e piccoli spettacoli pirotecnici.
Eh, sì, la pioggia ha notevolmente ridotto le presenze rispetto agli anni scorsi, mancava soprattutto la Nocino Band formata dagli ottoni di Perinaldo, Vallebona e Borghetto San Nicolò, personaggi amici del nostro bravo musicista Martino Biancheri.
Su wikipedia si dice che rifiutando di accompagnare i Re Magi alla presentazione del Bambino Divino, pentitasi in un secondo tempo, una donna iniziò a peregrinare per le case per trovare Gesù, donando dolciumi ai bimbi buoni e carbone a quelli meno buoni.
Nell'immaginario è brutta ma buona, al contrario delle streghe.
Sentirsi chiamare befane ha sempre dato fastidio, ma in realtà è un appellativo da accettare. Non tutti credono a tutto, c'è chi ha bisogno di fare "l'esperienza" a suo rischio e pericolo per conoscere e trovare.
In fondo la donna che non ha voluto accompagnare i Re Magi ha fatto la sua scelta, l'ha pagata cara, ma ha pure espresso il suo bisogno di... libertà.
Ed è per questo motivo che la befana mi piace.
E a voi?
(Se mi arriva la foto scattata da un’amica la pubblico. Io ero senza macchina fotografica…)

7 commenti:

XPX ha detto...

Quando ero bambino il rogo lo facevamo l'otto dicembre ...

Alberto ha detto...

Io l'ho vista dal terrazzo che volava su una scopa, mi ha anche salutato, ma nessuno ci crede.

coscienza critica ha detto...

Hai fatto caso che nelle feste come questa, le immagini delle donne sono sempre raccontate da un 'ma'? Bella, MA cattiva; Brutta, MA buona.
Così mi sono inventato una festa: la 'bellebona' che si festeggia proprio oggi.
Ciao

gturs ha detto...

Ma che belle cose fate a Vallebona.... ho sbirciato il calendario qualche giorno fa, bellissimo, e adesso scopro questa bella tradizione, per fortuna che quel di mi hai dato retta....e hai aperto questo blog!

Per quanto riguarda la Befana, indifferenza.
Ciao Pia

pia ha detto...

gturs
...che mi ruba un sacco di tempo, ma me gusta!
Grazie ancora della spinta...

acquachiara ha detto...

L'epifania tutte le feste porta via, in effetti dopo bisogna ripartire.
Va bene la befana, ma mi pare che dalle tue parti, o un po più in su anche come streghe ci si è dato parecchio da fare hehehehehe
grazie per la visita e il commento.

un abbraccio :-)))

la signora in rosso ha detto...

la Befana mi è simpatica, perchè è legata al ricordo della mia infanzia, quando mio padre per farmi trovare i regali vicino alla stufa, si inventava le cose più strane: con la scusa di andare a fumare usciva in giardino, rientrava dalla finestra della cucina, sistemava i regali e poi rientrava dalla porta, io che ero nell'altra stanza con mia madre continuavo a dirle che la befana non esisteva....ma ogni volta mi imbrogliavano