sabato 17 gennaio 2009

Stones Cafè

Dopo 50 anni, a Borghetto San Nicolò oggi riapre un... bar!
Ad intraprendere questa iniziativa è Claudio Tamagno, che ha trasformato una parte del magazzino utilizzato per tanti anni dai genitori per la lavorazione dei fiori in un accogliente localino.
Il bancone tutto in pietra, che ha solleticato poi il nome di "Stones Cafè", è stato costruito dal fratello Lorenzo: insomma, i due fratelli, artigiano edile l'uno ed elettricista l'altro, hanno svolto buona parte dell'opera che ha dato vita al bar.
Borghetto è situato a metà strada tra Vallebona, che di bar ne conta tre, e le Due Strade, assai abitata periferia di Bordighera, con quello di Rosella: da oggi ne avrà uno tutto per sè!
Un pò di problemi saranno creati dalle macchine o dai motorini che spesso verranno lasciati sui marciapiedi del circondario e creeranno un pò di caos: questo penso che sia l'aspetto più sfavorevole dell'iniziativa.
Per il resto non rimane che augurare lunga vita allo Stones Cafè e complimentarsi con i fratelli Tamagno per aver avuto questa intraprendenza: auguri davvero, con i tempi che corrono!
E pensare che fino a qualche decennio fa, qualsiasi attività venisse intrapresa era quasi garantito che avrebbe funzionato. Come sono cambiati i tempi...

5 commenti:

XPX ha detto...

buon caffè allora ^__^

Dual ha detto...

Bella iniziativa.E' sempre un beme quando una zona si arricchisce di iniziative.
Un saluto e buon w.e. Dual.

la signora in rosso ha detto...

Dopo 50 anni, un bar...!? mi viene da pensare se non c'era prima in quel posto(che non conosco) non c'era un punto di aggregazione, in Veneto ci sono bar ogni 5 metri- Buon Week end

gturs ha detto...

Che bello, i bar di paese solitamente sono luoghi di aggregazione, si ci sente come in una grande famiglia....
Ciao Pia

Alberto ha detto...

Ci andremo a fare una bevuta. Ciao.