martedì 5 maggio 2009

La Costa Azzurra

Montecarlo (Principato di Monaco)

Per fortuna, ogni tanto, càpita di dover andare all'aeroporto di Nizza ad accompagnare qualche viaggiatore. Questa trasferta, di punto in bianco, mi catapulta dalle fatiche in un mondo completamente diverso in tutti i sensi da quello in cui vivo abitualmente.
Da Vallebona all'aeroporto ci sono 55 km: si va rapidamente con l'autostrada, ma spesso ritorno facendo una delle tre "corniches" che percorrono tutte le insenature della costa francese e monegasca.

Montecarlo (Principato di Monaco)

Montecarlo è sicuramente molto suggestiva; mi stupisce sempre e mi crea al contempo un certo disagio, perchè penso sempre che la ricchezza di pochi è sinonimo di sfruttamento di molti.
C'est l'argent qui fait la guérre, dicono i Francesi, e la bellezza abbaglia sempre, ma spesso impoverisce in altre direzioni...

Nizza: il Negresco (foto scattata guidando...)

A Nizza, sulla Promenade des Anglais, l'hotel Negresco è un simbolo: quando da bambini si passava in macchina, i nostri genitori ci indicavano la sua esistenza, in quanto opera di innegabile bellezza e segno di distinzione della città.
Nizza è una bella città, la quarta della Francia in ordine di grandezza, ed è anche la città più grande vicina a noi, dato che Genova è a 150 km.

Nizza: panorama... incompleto!

Un tempo tutta questa parte di Francia era italiana, ad esempio quando Garibaldi vi nacque, ma sicuramente non aveva quest'aspetto: il merito della bellezza della Costa Azzurra bisogna riconoscerlo ai Francesi, anche perchè il tratto italiano per quanto morfologicamente simile, non ha avuto la stessa evoluzione.
Non so come dire: la cementificazione è molto alta anche oltre confine, ma non disturba come in Italia: questione di gusto? di capacità di armonia? di mentalità? di maggiore ricchezza disponibile?
Vero è che la Francia ha davvero investito molto nella Costa Azzurra, rendendola un ospitale e meraviglioso balcone sul mare Mediterraneo dell'Europa continentale.


7 commenti:

skip ha detto...

Effettivamente... penso a come erano Nizza o la piccola Mentone qualche decennio fa.

Monte Carlo mi sembra Legolandia dove le case stile liberty stanno soffocando tra imponenti palazzoni tutti uguali.Comunque è molto suggestiva: belli i giardini e gli antichi quartieri.

la signora in rosso ha detto...

E' una zona che non conosco, ma penso sia molto affascinante...non a caso i ricchi hanno fatto là le loro residenze...Non pensavo che tu abitassi così vicino a Nizza. Ora guardo la cartina geografica...
Buonanotte, Pia

pia ha detto...

Signora in rosso
Un giro da queste parti vale la pena... Potresti inserirlo in qualche tuo viaggetto: sappi che troveresti ottimi accompagnatori!
Dal confine fino a Cannes,la Costa Azzurra merita davvero.

la signora in rosso ha detto...

lo inserirò tra i miei giri....e sicuramente prima ti avviso. Grazie
Naturalmente lo stesso vale per te, e ti assicuro che anche Venezia vale.

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

Parliamo anche della differenza di 'tenuta' tra i carrugi liguri e quelli francesi? Altra coscienza.

Riverinflood ha detto...

Incredibile: mai stato da quelle parti. Chissà se avrò mai il tempo e l'occasione per visitare questi posti.

pia ha detto...

tutti Mi offro come guida!
coscienza critica Vallebona si è rifatta il trucco, i carugui assomigliano a quelli francesi ma secondo me hanno perso molto fascino: un pò come le donne che si cancellano le rughe... i nostri borghi sono vecchissimi rispetto a quelli francesi.