martedì 14 aprile 2009

Trenette e mattoni di Marco Preve

Non sono molto ciarliera in questi giorni, ma mi spiace anche stare tanto senza scrivere sul blog.
Così ho pensato di proporvi quanto ha pubblicato Marco Preve, il giornalista di Repubblica, sul suo blog Trenette e mattoni.
Nel post di alcuni giorni fa, "Uomini e no", citavo l'ing. Giorgio Croci, docente alla Sapienza di Roma, perchè è massima la sua competenza in materia di costruzioni antisismiche e tutela del patrimonio artistico.
Oggi, invece, si esprimono l'italianista Vittorio Coletti e il geografo Massimo Quaini, entrambi docenti all'Università di Genova.
Dicono ciò che pensiamo in tanti, ma soprattutto dicono: non votate Pdl!


6 commenti:

gturs ha detto...

Non credo che si possa risolvere l'intera situazione solo col non votare PDL, i furbi e i palazzinari sono da entrambi le parti.....
Roberta.

andreacamporese ha detto...

Purtroppo, per quanto di sinistra, sono d'accordo con Roberta.
Moltissime giunte di sinistra hanno dimostrato di non essere da meno al peggior Berlusconi, anche se quest'ultimo, va detto, si e' sempre distinto, in ogni luogo ed in ogni tempo, quanto ad inciuci, intrecci e malaffare.
Nel mio ultimo intervento ho segnalato un interessante articolo di Saviano apparso oggi su Repubblica.
Saluti

la signora in rosso ha detto...

una mentalità nuova deve emergere se vogliamo cambiare le cose, anche a sinistra. Non votare PDL comunque è doveroso!
Un abbraccio

pia ha detto...

gturs e andrea Ho citato la frase del non votare pdl perchè, avendo conosciuto di persona il Prof. Coletti, mi ha stupito ila suo esplicito riferimento a chi ha dato il voto al pdl, essendo ovvie le tendenze di comportamento dei suoi rappresentanti. Che poi ce ne sia anche per gli altri, lo sappiamo... Un pò come si dice spesso al giorno d'oggi quando si va a votare: "non vado a votare per qualcuno, ma contro qualcun altro" che corrisponde al detto dialettale "a minor danno".

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

Ora che Bondi ha assunto un imprenditore della Mc Donald's come 'supermanager' a tutela del nostro patrimonio artistico, siamo moooolto più tranquilli.
Parlano di meritocrazia... Che meriti ha il supermanager? Aver fatto friggere per bene le patatine?
Siamo rovinati, altro che!

Annarita ha detto...

Pia, condivido il contenuto dei commenti precedenti. Non votare PDL è d'obbligo anche se questo da solo non risolve il problema...