sabato 14 febbraio 2009

14 febbraio

I DUE

I due
sono
uno,
quando
sono.
Anime
inanellate,
sentono
e ascoltano
senza
parlare.
Vedono
tutto ciò
che
non si vede,
vivono
nel loro
essere
attimi
d’oro
e di veleno.
E viaggiano
verso
l’infinito.


Se si è perdutamente innamorati, San Valentino è consacrato pienamente alla sua funzione. Diversamente, questa festa mette di fronte alla qualità dei sentimenti che nutriamo e all'imbarazzo di ammetterli, sia a se stessi che alle persone cui sono diretti: scoprirsi emotivamente non è, il più delle volte, un comportamento disinvolto.
A noi floricoltori, la ricorrenza ci aiuta a sopravvivere economicamente: forse qualcuno penserà che è una bieca motivazione utilitaristica, ed è vero, ma tutte le feste hanno questo risvolto e nel sistema in cui viviamo servono a far girare la ruota.
Beh, comunque sia, una festa dedicata all'Amore ci sta anche bene!
P. S.: la poesia è stata scritta da me anni or sono...

5 commenti:

Riverinflood ha detto...

Sono d'accordo con te.

la signora in rosso ha detto...

Bella poesia, belle immagini. Hai ragione san valentino può essere un business, ma è anche un momento di riflessione, per chi si ama, per chi non si ama più e non ha coraggio di dirlo, per chi ama male, per chi vuole essere amato....

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

Brava per la poesia.
Per chi crede nei fiori come dono d'affetto, suggerirei di regalarli al di là del giorno in questione (o di altre ricorrenze di Stato).

gturs ha detto...

Bella poesia, a me non piace festeggiare ne San Valentino ne le altre feste "commerciali", a me piace mettere un po' di San Valentino tutti i giorni....
Buona serata pia.

skip ha detto...

L’amore diviene, assume forme diverse nelle varie fasi della vita, sostiene, illumina, anima... ma occorre crederci, come si crede alla vita.