venerdì 13 febbraio 2009

Acqua in bocca

Pubblico questa mail che mi ha inviato il mio amico Sergio da Roma:
ACQUA IN BOCCA: VI ABBIAMO VENDUTO L'ACQUA di Rosaria Ruffini
"Mentre nel paese imperversano discussioni sul grembiulino a scuola, sul guinzaglio al cane e sul flagello dei graffiti, il governo Berlusconi senza dire niente a nessuno ha dato il via alla privatizzazione dell'acqua pubblica.
Il Parlamento ha votato l'articolo 23bis del decreto legge 112 del ministro Tremonti, che afferma che la gestione dei servizi idrici deve essere sottomessa alle regole dell'economia capitalistica.
Così il governo Berlusconi ha sancito che in Italia l'acqua non sarà più un bene pubblico ma una merce, e quindi sarà gestita da multinazionali (le stesse che possiedono l'acqua minerale).
Già a Latina la Veolia (multinazionale che gestisce l'acqua locale) ha deciso di aumentare le bollette del 300%. Ai consumatori che protestano, Veolia manda le sue squadre di vigilantes armati e carabinieri per staccare i contatori.
La privatizzazione dell'acqua che sta avvenendo a livello mondiale provocherà, nei prossimi anni, milioni di morti per sete nei paesi più poveri.
L'uomo è fatto per il 65% di acqua, ed è questo che il governo italiano sta mettendo in vendita.
L'acqua che sgorga dalla terra non è una merce, è un diritto fondamentale umano e nessuno puo' appropriarsene per trarne illecito profitto.
L'acqua è l'oro bianco per cui si combatteranno le prossime guerre. Guerre che saranno dirette dalle multinazionali alle quali oggi il governo, preoccupato per i grembiulini, sta vendendo il 65% del nostro corpo.
Acqua in bocca.
FATE GIRARE : METTETENE A CONOSCENZA PIU' GENTE CHE POTETE.
Anche se qualcuno ha già ricevuto questa mail non importa, essere consapevole di quel che accade nel nostro paese non è mai abbastanza".

7 commenti:

Riverinflood ha detto...

Beh, finché il popolo si lascerà martoriare così, la cosa non cambierà Per un governo cialtrone ci vuole un sovvertimento più che radicale.

coscienza critica (italiani imbecilli) ha detto...

Sì, Pia, in rete gira da tempo questa notizia (ovviamente non in tv). Anche 'Italiani Imbecilli' ne aveva parlato. Hai fatto benissimo a rilanciare la notizia, fa sempre bene ricordare. Grazie :-)

pia ha detto...

@Riverinflood
La storia ci insegna che subire governi cialtroni ha un limite e le risposte radicali sono arrivate. Spesso la cosa si piega addirittura su se stessa, ma essendo che il "clima" fascista per ora lo avvertono pochi, bisognerà che continui ancora un pò questa degenerazione perchè se ne accorgano in molti.
E allora le cose cambieranno.

Daniele Passerini ha detto...

Speriamo Pia, Pia. Perché io vivo in una regione rossa e nonostante questo ascolto sempre più persone plaudere a Berlusconi, come se veramente fosse stato loro lobotomizzato il senso critico. Ormai sono convinto che tramite la TV (nessuna delle demenzialità messe in onda è a caso) le masse siano state scientemente e metodicamente condizionate così da consentire l'attuazione del programma "politico" della P2... già a buon punto. Io infatti la TV la guardo solo quando stiro, e accumulo i panni per stirarli giusto 2, 3 volte al mese. :-)

la signora in rosso ha detto...

l'acqua del sindaco? Farò sicuramente girare la notizia. grazie

Farfallaleggera ha detto...

Grazie per l'informazione. Essere informati è, a mio avviso, molto importante. Ciao ciao giò

icoit ha detto...

Purtroppo l'informazione che hai dato è dell'anno scorso. La norma di cui parli è diventata legge, più precisamente la Legge 6 agosto 2008, n. 133, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 195 del 21 agosto 2008 - Suppl. Ordinario n. 196.
Ormai anche qui il danno è già stato fatto nell'indifferenza generale.