domenica 14 dicembre 2008

Posta aperta

Su Tuttoscienze de La Stampadi mercoledì 11 dicembre, c'è un articolo di Fabio Di Giammarco che ha per tema i blog.
Il titolo recita: "Il passaparola dei nuovi narcisisti" e, per quanto i blog totalizzino primati vari, il tono del giornalista tende e non voler dare troppa importanza al fenomeno: d'altronde il titolo è già una sintesi del suo pensiero.
"Posta aperta" invece, è come definirei io un blog, o per lo meno come lo intendo. Scrivere qualcosa di "visibile" a chi avrà voglia di leggerlo e anche commentarlo è un modo di esserci, come se ci si incontrasse, ad esempio, al bar e si scambiassero due parole.
Quel "narcisismo" è inteso negativamente: è chiaro che ci si espone, che si rischia autoreferenzialità, che si può dare adito a desideri di affermazione di sè... Penso, tuttavia che tutto dipenda dall'intenzione che uno ha nel creare un blog, ai contenuti che propone e anche se si trattasse di narcisismo non è detto che debba sempre e comunque intendersi in senso negativo. Esistiamo, pensiamo, siamo spessi soli dentro noi stessi e la ricerca degli altri per comunicare mi sembra più che lecita ed umana.

2 commenti:

gturs ha detto...

Per me il mio blog, come tutti gli altri, li intendo come uno spazio aperto ai diversi pensieri, e come dici tu chi vuole li può commentare o leggerli e basta....secondo me queste persone vedono i nostri blog come una minaccia perchè non possono manipolare i nostri pensieri!
Sai non ho una bel rapporto con i media....

Sciura Pina ha detto...

per me il blog è uno spazio, che condivido con chi passa dalle mie parti, dove scrivo ciò che penso seguendo regole che io stessa mi sono data.
Certo mi piace scrivere, orse c'è anche un po' di narcisismo, ma è uno spazio di lebertà.